Outlook Mail

Uno dei primi servizi di posta elettronica apparsi nella breve storia di Internet è Hotmail: creato nel 1995, venne acquisita da Microsoft nel 1997 insieme a dodici milioni di utenti. Dopo alcuni anni Microsoft introdusse la piattaforma Windows Live, che includeva anche Hotmail, dando l’opportunità ai suoi utenti di aprire nuovi domini “@live.com”.

Oggi Microsoft ha fatto confluire Hotmail nel nuovo Outlook.com, fornendo 5 Gb di spazio Web nel Cloud, una nuova veste grafica, una versione online di Microsoft Office che include il servizio One Note, una perfetta integrazione con i principali social network con pieno accesso da Pc, Mac, smartphone e tablet. Inoltre, dopo la fusione con Microsoft OneDrive, è possibile inviare allegati da 10 Gb e avere una casella di posta elettronica da 25 Gb di capienza. In aggiunta, rispetto a Hotmail, Outlook ha un filtro anti-phishing e un antivirus che scansiona tutti i messaggi in apertura, innalzando i livelli di sicurezza.

Outlook Mail

http://outlook.it

Outlook.com propone anche avvisi pubblicitari sulla sua piattaforma, ma dà l’opportunità all’utente di modificare le impostazioni al fine di personalizzarli secondo i gusti o addirittura cancellarli. Outlook permette agli utenti di visualizzare file di immagini allegati alle email senza aprire i messaggi, grazie al servizio Active View; in più, grazie agli accordi con importanti partner come Youtube, Linkedin e il servizio Postale degli Stati Uniti, è possibile visualizzare file video, musicali e seguire in tempo reale la tracciatura delle spedizioni direttamente dalla piattaforma.

E’ anche possibile, grazie a Microsoft Office Web apps, ricevere file Word ed Excel e modificarli direttamente negli allegati, senza la necessità di scaricarli sull’hard disk, e rispedirli immediatamente. Outlook dà anche la possibilità di creare conversazioni tra gli utenti interessati dalla messaggistica.

Outlook mette a disposizione un’anteprima del messaggio in arrivo, dando così un’anticipazione del contenuto e risparmiando tempo all’utente. Un servizio innovativo è l’utilizzo degli “alias”, grazie al quale ogni utente può avere fino a dieci identità collegati a una casella di posta: le mail spedite da un alias non permettono al destinatario di risalire alla casella di posta del mittente. Infine è prevista un’integrazione di Skype in Outlook, con la possibilità di effettuare chiamate telefoniche direttamente dalla piattaforma MSN.