Lycos Mail

Lycos è stato uno dei primi e famosi motori di ricerca del web dal 1995 al 1999, Lycos cresce diventando il sito web più visitato al mondo, ma nel 2000 con lo scoppio della bolla della New Economy viene rilevato da Terra Networks, società spagnola che lo trasforma gradualmente in un portale facendogli perdere competitività come motore di ricerca, e facendolo superare prima da AltaVista e poi da Google, e nel 2004 terra lo cede alla Daum Communications Corporations che è attuale proprietaria.

Le funzioni di Lycos come motore di ricerca sono quasi definitivamente tramontate (le ricerche su Lycos passano per la maggior parte da Google) ed anche come Portale web ha cessato di esistere in alcuni Paesi, come ad esempio in Italia, in cui dal 2009 ha chiuso i battenti per tutti i servizi e pagine in Italiano. Nel resto del mondo Lycos esiste in decine di Paesi, sia come fornitore di webmail, sia come servizio di hosting, sia come detentore di altri servizi ed applicazioni acquisite negli anni come Jubii, wembail che si affianca a Lycos Mail nel mercato danese (Paese in cui Jubii è nato) ma non la sostituisce del tutto.

Lycos Mail

http://mail.lycos.com

L’offerta Mail di Lycos si basa su una casella di posta elettronica gratuita ed una a pagamento. La casella free offre 3GB di spazio, filtro anti-spam, controllo antivirus, blocco di domini ed indirizzi mentre la versione  plus, oltre ovviamente a rimuovere gli annunci promozionali che riceve con la versione gratis, offre 5GB di spazio nella casella di posta ed accesso POP3/IMAP per configurare la vostra casella Yahoo in modo da accedervi con altri client di posta.

L’email di Lycos non è certo un granché e rispetto alla concorrenza si può dire che appare abbastanza scadente: Google, che oggi occupa il trono di motore di ricerca più usato, posizione occupata da Lycos negli anni 90, anche in fatto di email ha una offerta molto più allettante. Certo, Lycos Mail dal canto suo ha il punto di forza di essere assolutamente semplice da capire, senza nessuna configurazione dietro cui perdere tempo. Tuttavia per un italiano la mancanza di una versione del sito e di assistenza nella nostra lingua, chiusi dal 2009, non sono certo un incentivo a registrarsi anche per chi cerca una casella di posta elettronica semplice e pulita. Se si va sul sito Lycos.it non appare altro che una barra di ricerca, un link alla chat di Lycos e una directory di giochi. Nessuna menzione della webmail, pare che quindi il mercato italiano non sia stato molto fortunato per Lycos e che al momento non vi sia nessun interesse verso di esso.